Home > gulliver > Milano-Portugal in 2 minuti (cit) – Parte 2 – Algarve

Milano-Portugal in 2 minuti (cit) – Parte 2 – Algarve

22 agosto 2013

L’Algarve è la regione meridionale del Portogallo che si affaccia direttamente sull’Oceano Atlantico e guarda il Marocco dalle sue sponde. Noi ci siamo andati per il mare e le spiagge quindi le nostre raccomandazioni sono tutte orientate a questioni molto poco culturali, ma più goderecce.

In generale l’Algarve in agosto è un carnaio, soprattutto la maggior parte delle spiagge e le città nelle zone che vanno da Albufeira a Lagos (Faro è più quieta), ma i paesaggi sono talmente incredibili da permettervi di soprassedere. In più basta spostarsi di poco nelle vie laterali del centro della città (a Lagos) o in spiagge un po’ meno raggiungibili e vi ritroverete con un numero umano di umani. Certo, se volete i luoghi deserti e ancora inesplorati dovevate andarci 20 anni fa, ma ancora oggi qualche posto qua e là non particolarmente infestato da turisti (come voi peraltro) lo potete trovare.
Noi abbiamo fatto base in due città: da un lato Faro, tranquilla e un po’ sonnecchiosa, senza una spiaggia, ma collegata con molti luoghi magici; dall’altro Lagos, affollatissima ma vicinissima a spiagge mozzafiato. Entrambe possono essere piacevoli per motivi diversi: se volete un po’ di vita certamente meglio Lagos, se preferite stare più quieti allora vi consigliamo Faro. Una buona via di mezzo? Carvoeiro, ma purtroppo è molto mal collegata al resto della costa, per cui se siete senza un motorino sono cazzi amari.

TRASPORTI

Per raggiungere l’Algarve potete atterrare all’aereoporto di Faro e prenotare un servizio chiamato “cheapest taxi” per farvi depositare in una qualsiasi località del resto della regione. Alla fine sono 100 km di costa e non è così drammatico spostarsi di qualche decina di chilometri in qua o in là.
Un’altra possibilità sono i treni e gli autobus da Lisbona e da altre città portoghesi (magari cogliendo l’occasione di visitarle): il sito delle ferrovie portoghesi è ben fatto e i treni sono comodi e puliti; per gli autobus avete due principali compagnie, ma quella che serve l’Algarve con maggiore regolarità è EVA, i cui bus diretti sono precisissimi. I costi sono analoghi.
Per spostarvi da un posto all’altro una volta che avete scelto dove state avete varie possibilità: treni (occhio che spesso le stazioni sono belle distanti dalle spiagge), autobus (ma occhio agli orari e che nelle località meno collegate sarete costretti a cambi con discreti tempi di attesa), auto o motorino a noleggio.
Se dovessimo consigliare qualcuno: prenotate una macchina o uno scooter 125 anche dall’Italia (il più economico a Lagos e Faro è luzcar, ma a Lisbona si trovano una marea di piccoli rent a car molto convenienti) per una decina di giorni, alla fine riuscirete ad andare dappertutto e anche in posti più difficili da raggiungere. I costi se non affittate una macchina o una moto per un giorno ma per svariati crollano drasticamente (da 50/60 euro al giorno a 20).

VITTO E ALLOGGIO

Anche in Algarve il vitto è economico: ovviamente se vi fermate al primo ristorante che trovate in centro senza sbattervi un minimo la cosa potrebbe non essere vera, ma basta girare un po’ e guardare i menù per trovare i posti giusti anche in location incredibili. Come al solito dovete mettere in conto piatti unici da 8-14 euro a testa e da bere, ma di solito se schivate gli antipasti con 30 euro in due vi sconfanate pesce a volontà.
A Faro consigliamo vivamente la trattoria Adega Nova dove abbiamo gustato degli spiedoni di calamari incredibili e delle vongole al vino squisite; anche la taverna al centro della città vecchia con il suo pesce fresco e i suoi tavoloni da condividere con chi capita capita è imperdibile; terza posizione per la Tasca di Ricky, un ristorantino gestito da un ragazzo di Faro che ama la sua terra e si diverte a chiacchierarne mentre vi offre specialità locali.
A Lagos l’offerta di locali è un tripudio ma tocca fare delle scelte: noi abbiamo apprezzato il Bora Café, un ostello/caffeteria/insalateria/frulleria in centro, ma appena fuori dalle vie principali, e il ristorante “O Camilo”, solitario locale di pesce a picco sulla spiaggia più suggestiva di Lagos (omonima). Il punto è che girando un po’ si trovano soluzioni ottime come rapporto qualità/prezzo come ad esempio il trani “A Cascada) in una piazzetta pacifica e riposante a 10 metri dal carnaio delle vie centrali di Lagos: abbiamo mangiato in due con 15 euro!!!

Per quanto riguarda l’alloggio la situazione è più complessa. Sia a Faro che a Lagos ci sono ottuordicimila pensioni, affittacamere, alberghi e chi più ne ha più ne metta. In alta stagione costano abbastanza anche soluzioni non proprio ottimali (circa 55 euro la doppia con bagno in un residencial), ed è quasi tutto pieno, ma adattandosi sono convinto che sul luogo si strappino condizioni un po’ più favorevoli. Certo per star sicuri meglio prenotare prima. Le pensioni dove siamo stati noi erano decenti anche se le stanze erano piccole e il costo alto non includeva neanche la colaizone, però non ci siamo arrischiati a rimanere senza soluzioni e a dover girare come trottole.
Le soluzioni ottimali sono due: campeggi (piuttosto economici) oppure affittare un appartamento tramite siti specializzati (ne avevamo trovato uno con piscina a 400 euro per dieci giorni in agosto!) soprattutto se si prende in considerazione l’ipotesi di affittare un mezzo per spostarsi autonomamente. Se si è in quattro la soluzione auto+appartamento in affitto è perfetta; in due bisogna cercare bene e forse i costi non si discostano molto dall’andare in pensione e dall’usare i mezzi pubblici, con la differenza di avere a disposizione un appartamento intero (magari con piscina condominiale) e di poter raggiungere anche i posti più belli e assurdi con l’auto o la moto.

SPIAGGE E MARE

Sostanzialmente potete dividere l’Algarve in 3 zone dal punto di vista delle spiagge e del mare: la zona intorno a Faro e Tavira, con le sue lagune, le sue isole sabbiose e l’oceano che vi si infrange con onde lente e non troppo violente; la zona intorno a Lagos e Sagres con i suoi faraglioni, le spiagge dorate e l’acqua cristallina; la zona oltre Cabo Sao Vicente che si affaccia sull’oceano aperto per chi ama il surf e il vento incessante.
Noi abbiamo visitato sostanzialmente le prime due zone: le spiagge sono spesso piuttosto affollate d’agosto, ma il mare è bellissimo e il contesto paesaggistico stupendo, quindi non vi fate scoraggiare.

Di fronte a Faro avete tre isole sabbiose che proteggono la laguna salina dall’Oceano Atlantico e che costituiscono le spiagge della cittadina. Sono tutte e tre raggiungibili con un traghetto in tempi variabili e a seconda del tempo/costo/distanza coperta dal traghetto sono ovviamente più o meno affollate. Se amate la spiaggia infinita, il mare piatto e la solitudine (o comunque la bassa densità di popolazione) il posto giusto per voi è l’isola deserta (nome affettuoso riservato alla Ilha Barreta dai locali): c’è un solo bar/ristorante, una quarantina di ombrelloni di paglia e circa 6 km di spiaggia da colonizzare; il problema è che arrivarci necessita di circa 45 min di traghetto per 10 euro andata e ritorno.
Un tempo anche la spiaggia dell’isola di Tavira era un paradiso, ma è diventata molto più affollata, anche se essendo lunga circa 8 km non si fatica a trovare un po’ di aria e di spazio dove piazzarsi senza rompiscatole di fianco. Ovviamente bisogna camminare, ma da Tavira il traghetto costa solo 3.80 andata e ritorno per circa 30 minuti di tragitto.
Un posto un po’ fuori mano ma incantevole è Cacela Velha: dovete arrivare in treno fino a Cacela, poi prendere un taxi o fare autostop fino a Cacela Velha, da cui prendere un moto taxi o guadare a piedi la laguna. Il posto è tranquillo e la spiaggia bellissima: inoltre in cima alla rocca di Cacela Velha c’è una trattoria specializzata in vongole e ostriche eccellenti e a buon mercato.

Al capo opposto dell’Algarve Sagres è famosa più che altro come tappa per andare al Faro posto sul punto più occidentale dell’Europa continentale. Appena usciti dalla città in direzione di Cabo Sao Vicente trovate la spiaggia di Sagres, bella e animata; a metà strada tra Sagres e il capo si trova la Praia do Beliche, deliziosa e molto amata da chi apprezza il vento.
Le spiagge più belle e scenografiche sono però intorno a Lagos: lasciate perdere le arcinote Meia Praia e Praia da Rocha (che è però a Portim%C3%A3o a mezz’oretta di autobus da Lagos) perché sembrano Rimini e Riccione; appena a Ovest di Lagos di sono tre spiagge meravigliose anche se ad agosto sono molto affollate: Praia do Pinhao (paradossalmente la più vicina e la meno affollata inspiegabilmente); Praia Dona Ana (un carnaio); Praia Camilo (la più bella e un po’ meno affollata grazie ai 200 gradini necessari a raggiungerla). Se volete però andare in un posto che è un vero paradiso anche in alta stagione dovrete andare a Carvoeiro, uscire un attimo dalla strada principale lungo una ripida salita e arrivare fino a Praia do Paraiso: un posto magico e imperdibile.
Se dovessimo consigliare cosa fare per vivere un mare splendido e una vacanza piacevole in Algarve non abbiamo dubbi: Carvoeiro per dormire e Praia do Paraiso per nuotare e prendere il sole. A meno che non andiate fuori stagione e allora le spiagge e l’ambiente di Lagos diventano molto più gestibili.

I commenti sono chiusi.